Quando hai da scegliere gli accessori per il tuo ufficio una delle principali cose che devi fare è scegliere le migliori stampanti. Ti occorrono stampanti buone, che riescono a sostenere anche grosse moli di lavoro. Però non è la stampante a fare tutto il lavoro, occorre anche scegliere le giuste cartucce o toner per la tua stampante. Si perché in base alla qualità dell’inchiostro ottieni delle stampe migliori o peggiori.

Oggi voglio parlarti delle differenze tra cartucce e toner ma anche tra cartucce rigenerate e compatibili. In questo modo se stai cercando la ricarica per cartucce toner rigenerate per stampanti parti già avvantaggiato e conosci un po’ la materia.

Differenza tra cartuccia rigenerata e cartuccia compatibile

Una cartuccia rigenerata è una cartuccia originale che però invece di essere buttata al suo esaurimento viene ricaricata con del nuovo inchiostro. In questo modo puoi risparmiare e in più quando la ricarichi tu puoi contare su una cartuccia piena, mentre quando l’acquisti nuova spesso non è completamente carica.

Una cartuccia compatibile è invece una cartuccia che compri non dal produttore ufficiale della tua stampante ma da un concorrente che realizza appunto cartucce compatibili per il tuo modello. E’ vero che oggi ne esistono di buone, però devi fare attenzione. Quando cerchi di risparmiare troppo rischi di incorrere in problemi quali cartucce quasi vuote, dai colori scadenti o peggio capaci addirittura di rovinare la tua stampante. Ricordati sempre una cosa, la qualità si paga.

Differenze tra cartucce e toner

Adesso invece vediamo quali sono le differenze tra le cartucce e i toner. La spiego perché molte persone prendono queste due parole come se fossero sinonimi ma in realtà non lo sono. E’ vero che sono molto simili perché entrambi sono consumabili per stampanti, però non sono la stessa cosa.

La cartuccia infatti viene utilizzata per le stampanti a getto d’inchiostro, note anche come inkjet. Queste sono rimovibili e sono piccole. Realizzate con un inchiostro liquido contenuto all’interno di un serbatoio di plastica. Grazie alle testine di stampa che espellono l’inchiostro a gocce è possibile realizzare testi e immagini sul foglio. La testina può essere presente nella stampante oppure nella singola cartuccia. Una cartuccia contiene l’inchiostro di un solo colore (il nero) oppure più colori suddivisi da delle camere (cartucce a colori). Esistono anche quelle colorate e singole il vantaggio è che, quando finite un colore, potete sostituire solo quello e non tutta la cartuccia.

Ci sono poi i toner che invece sono utilizzati per tutte le stampanti laser e per le fotocopiatrici. Non contiene inchiostro liquido ed è un vantaggio perché non c’è il rischio che si secchi. All’interno è presente una polvere fine realizzata con resina, particelle di carbonio e ossidi di ferro. Attraverso un tamburo la polvere viene depositata sul foglio e dopo grazie a un riscaldatore viene fusa e fissata così da formare immagini e testo. E’ molto veloce durante la stampa e la qualità è molto buona.

Su questo sito utilizziamo i cookie per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche anonime (cookie statistici) e per mostrare opportunamente servizi/prodotti (cookie di profilazione). Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie Policy