La maggiore delle isole dell’Italia, la Sicilia, merita più di una visita, data la sua grandissima bellezza. Non appena c’è un weekend libero, meglio prenotare un volo per Catania. È una delle tantissime città con molti punti di interesse storico, culturale e architettonico. Non solo la città ma anche la provincia merita di esser visitata per immergersi nei colori, negli odori e nelle sensazioni che solo il paesaggio siciliano ha. Non solo meta per le vacanze al mare, la Sicilia ha città come Catania che vanno viste con maggiore attenzione per apprezzarle meglio.

I punti di interesse maggiore da visitare

La città di Catania ha moltissime attrazioni. Se hai a disposizione solo due giorni per la tua visita, ti devi concentrare sulle cose più importanti che trovi anche su VacanzeBlog.it. La prima tappa deve essere la cattedrale di Sant’Agata, che è anche la patrona. Costruita sui dei resti di terme romane, la maestosa cattedrale ha una facciata in marmo di Carrara. Le colonne sono invece prese da un antico teatro romano. Entrando, si aprono le tre ampie navate. Presso la cappella di Sant’Agata c’è il reliquario. Nella chiesa è ospita anche la tomba del musicista autoctono Vincenzo Bellini, che dà anche il nome al teatro, prossima tappa del tour. Il bellissimo edifico del teatro lo è ancora di più all’interno con i suoi palchi, loggioni e il soffitto finemente decorato.

La piazza centrale di Catania è piazza del Duomo dove si ammira una fontana con un elefantino. Il pachiderma è anche il simbolo della città perché ritenuto magico e protettore delle eruzioni del vicino vulcano Etna, tutt’oggi attivo. Gli edifici che si affacciano sulla piazza sono degni di nota. Palazzo degli elefanti oggi ospita il municipio della città. Di fronte al palazzo un’altra fontana, quella dell’Amenano, è molto particolare, perché sotto di essa scorre l’omonimo fiume. Oggi sede del dipartimento di scienze umane dell’università, il monastero benedettino era uno dei più grandi di tutta Europa. In passato aveva ospitato anche scuole e anche la caserma. Grazie a un attento e lungo restauro, il monastero è visitabile con il suo bellissimo e ampio chiostro.

Non solo la città di Catania, ma si possono andar a visitare anche altri luoghi meravigliosi della Sicilia. Un altro centro da visitare è Ragusa, a pochi chilometri da Catania, oppure la più vicina Siracusa. Augusta è un altro centro da visitare, di origine romana anch’essa. Andando nell’altra direzione, cioè verso nord, si trovano Taormina e Giardini di Naxxos.

Chi desidera andare sull’Etna deve farsi accompagnare dalle guide e ricordarsi di mettere in valigia scarponcini e un abbigliamento adeguato. La via Etna è lunga 3 chilometri parte propria da piazza Duomo a Catania. La via dei Crociferi, invece, fa incontrare 4 chiese nel giro di 200 metri: la chiesa di San Benedetto collegata al convento di cui è nota la scalinata dell’Angelo, la chiesa di San Francesco Borgia con il collegio dei Gesuiti – da notare il suo chiostro – e la chiesa di San Giuliano.

Su questo sito utilizziamo i cookie per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche anonime (cookie statistici) e per mostrare opportunamente servizi/prodotti (cookie di profilazione). Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie Policy